Battute squallide

Battute squallide

Le battute squallide sono quelle che, generalmente, hanno quel retrogusto di frase che lascia a bocca aperta una persona e che, troppo spesso, non le lascia il tempo rispondere. Battute che non sai se fanno ridere o piangere.

Si tratta di semplici battute che riescono ad offrire anche l’opportunità di poter farsi due risate senza che vi possano essere delle complicazioni di ogni genere.
Quando si parla di battute squallide risulta essere possibile notare come, queste, risultano essere adatte per ogni tipologia di situazione senza che le persone possano offendersi ed essere irritate dal proprio modo di fare.
Si parla anche di giochi di parole e battute che spesso lasciano quella sensazione di divertimento che, con altre battute, non si riesce a sentire.
Ovviamente, queste battute devono essere effettuate senza andarci troppo sul pesante visto che, per quanto queste battute possono essere squallide, non devono mai mancare di rispetto ad una persona, cosa che non si deve mai sottovalutare.
Queste potranno essere rivolte anche ai propri genitori, a patto che si abbia sempre un certo contegno nell’effettuarle.
Procedendo in questo modo sarà possibile ottenere il massimo successo, divertire una persona ed evitare ovviamente che, questa, possa essere tutt’altro che felice di sentire quel semplice gioco di parole, soprattutto se questo non viene svolto seguendo un modo di fare semplice e veloce.
Di conseguenza, le battute squallide devono essere utilizzate con attenzione, per evitare di dare fastidio ad una persona, cosa che non si deve mai sottovalutare.
Ecco quindi quali sono le battute squallide che possono essere rivolte ad una persona, ovviamente a patto che si abbia la sicurezza di proferire quelle meno pesanti che non offenderanno chi le sentirà.

Le battute squallide per ogni occasione

Sapete come Capitan Uncino perse la vita?
Semplicemente mentre si faceva la doccia, usò la mano sbagliata per coprirsi di sapore e per risciacquare il suo corpo.

Se il buongiorno si vede dal mattino, occorre che tu lavi le finestre ed il tuo viso, visto che sembra che ogni singolo giorno sostieni di non essere mai felice.

Ogni tanto ti chiedi perché il calendario è sempre triste, ma io finalmente so la risposta: ha i giorni contati e per quello è triste e non sorride mai.

Hai le orecchie così grandi che se volessi potresti prendere il segnale di Sky e quello di Mediaset Premium, ma ancora fai finta di non sentirmi.
Non ti capisco affatto.

Ma oggi cos’hai? Sembri come il modem di casa mia, che ogni tre per due non fa altro che sconnettersi e perdere la linea, cosa che non sopporto.

Peccato che non sei un idraulico: ogni tanto quando ti parlo sembra che non capisci un tubo di quello che ti sto dicendo.

Ma quelle scarpe gialle evidenziatore ti permettono di evitare di indossare il giubbotto stradale notturno? Sembrano come le lampade led che abbiamo nella cucina di casa.

Qual è quel tipo di oggetto che risulta essere sottile al massimo?
La sottiletta, ovviamente.

Sai perché i cacciatori in coppia non sono mai tristi ed ovviamente non fanno altro che ridere?
Questo per il semplice fatto che non si abbattono mai e quindi sono sempre felici.

Sai che è possibile poter mettere un elefante ed una giraffa dentro un frigo?
Prima di tutto apri il frigo, metti dentro l’elefante e chiudi.
E se ti chiedi come mettere la giraffa dentro il frigo, altro non devi fare che aprirlo, togliere l’elefante, mettere la giraffa e chiudere la porta dello stesso frigorifero.

Cosa divenne Carlo Magno quando il padre perse la vita?
Molto semplice: orfano!

Mamma, ti devo dire una cosa: secondo te si può punire una persona se questa non ha combinato nulla di grave?
Se la risposta è no, allora sappi che non ho fatto quella commissione che tu mi avevi chiesto.

Vuoi sapere con cosa abbinare i tuoi denti gialli?
Semplicemente con un paio di pantaloni o con una camicia marrone.

Non devi demoralizzarti: i morali te li ha tolti l’altro giorno il dentista.

Sai perché non hai mai avuto giudizio nella tua vita?
Questo perché ti mancano appunto i denti del giudizio.

Ma se tanto mi da tanto, poco mi da nulla?

4.5 (90%) 2 votes