La vecchiaia di Seneca

Poco tempo fa dicevo che ero in vista della vecchiaia, ora temo di essermela già lasciata alle spalle.
A questi miei anni, e certo a questo mio corpo, conviene ormai un altro nome poiché la vecchiaia è un nome che si addice a un’età stanca ma non sfinita: annoverami pure tra gli uomini sopravvissuti a se stessi.
Ti dirò, tuttavia, che sono grato a me stesso nell’animo non sento i danni dell’età come li avverto nel corpo. Soltanto i vizi e i loro servitori sono invecchiati, l’animo è forte e si compiace di non avere molto a che fare con il corpo ha ormai deposto gran parte del suo peso e, nel grande giardino della vita, non dimenticare mai che anche la vecchiaia è un fiore gradito, utile, desiderabile fosse anche solo per qualcuno.

Lucio Anneo Seneca
filosofo, drammaturgo e politico romano
esponente dello stoicismo (4 a.C. – 65 d.C.)
La vecchiaia di Seneca

Vota questa Frase